La lordosi lombare

Oggi ti voglio parlare della Lordosi Lombare, è, a mio avviso la curva più importante di tutta la schiena.

Infatti devi sapere che, se vista di fronte, la schiena deve essere dritta, altrimenti siamo in presenza di un atteggiamento scoliotico, se si può ancora correggere, o di una scoliosi, se la curva si è già formata e non si riesce a correggere con il solo movimento.

Se guardata di fianco invece la nostra colonna ha tre curve

La lordosi lombare, che fa una curva che guarda in avanti, verso la pancia, si dice a concavità posteriore.

La cifosi dorsale, che ha una curva che guarda indietro, a concavità anteriore.

La lordosi cervicale, che è sempre una curva che guarda in avanti.

Queste tre curve consentono alla nostra schiena di reagire in modo elastico a tutte le forze “compressive” che tendono a schiacciarla, e di poter tornare alla posizione iniziale.

Le curve sono la risposta più efficace che la nostra evoluzione ci ha fornito.

Purtroppo la sedentarietà, la scarsa attività fisica e tutte le azioni scorrette che facciamo tendono a farci perdere le lordosi, ed è qui che cominciano i problemi. La forza peso può andare a scaricarsi solo sui dischi determinandone l’usura e la nascita di protrusioni che si possono trasformare in ernie.

Chi soffre di dolore alla lombare o alla cervicale e ha fatto lastre o risonanza magnetica ha quasi sicuramente trovato nel referto la parola “RETTILINEIZZAZIONE DELA FISIOLAGICA LORDOSI”.

Il consiglio più importante che posso darti è quello di mantenere curve fisiologiche ed elastiche, ma soprattutto occupati della tua lordosi lombare, questo perché dà sostegno a tutto ciò che sta sopra: tronco, spalle, collo e braccia, ed una sua scorretta posizione influenza negativamente tutti questi apparati.

E’ inutile lavorare su di una spalla dolorosa, su di una cervicale rigida, su di una cefalea muscolotensiva, su di un epicondilite ecc se non si riposta la colonna lombare a lavorare nella fisiologia.

Il consiglio che ti do è cammina come se avessi sulla testa un peso, cerca di vincere la gravità il più possibile.

Questo semplice esercizio metterà in moto una serie di effetti positivi:

  1. La muscolatura della schiena verrà mobilizzata in modo dolce ed efficace.
  2. I dischi intervertebrali si posizioneranno corretta
  3. Il movimento delle spalle e del bacino (sincinesia pendolare, ossia il movimento che fa muovere in avanti il braccio opposto al piede che sta avanzando) sarà la ginnastica migliore per riportare la mobilità alle vertebre.

Quindi non ti rimane che camminare e goderti gli effetti positivi di questo movimento.

Ricordati sempre, fallo per almeno 20 min di buon passo e se il dolore si presenta oppure, se già presente, aumenta, interrompi l’esercizio e rivolgiti al tuo medico.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.