Il male del nostro secolo

Per iniziare bene l’anno affrontiamo il nemico pubblico numero 1 del nostro benessere, lo stress.

Bisogna però prima darne una definizione.

L’enciclopedia Treccani lo definisce:

“Il termine inglese stress, che significa propriamente “sforzo” (dal francese antico estrece, “strettezza, oppressione”, derivato del latino strictus, “stretto”) al contempo indica, nell’uso corrente, tensione nervosa, logorio, affaticamento psicofisico, e anche il fatto, la situazione che ne costituiscono la causa. Nel linguaggio medico designa invece la risposta funzionale con la quale l’organismo reagisce a uno stimolo, più o meno violento, di qualsiasi natura (microbica, tossica, traumatica, termica, emozionale ecc.).”

In fisiologia si divide in Eustress e Distress

L’eustress è quello stimolo che porta il corpo a migliorare se stesso, infatti lo stimola ad andare oltre il suo limite, ed il corpo, per un fenomeno di adattamento crea i presupposti, grazie al riposo e alla corretta alimentazione, affinché il corpo possa affrontare in futuro sforzi di questo tipo. Detta in parole povere si tratta di allenamento allo sforzo, di qualsiasi tipo sia.

Caratteristica peculiare dell’eustress è che lo stimolo sia leggermente superiore alle nostre possibilità e che sia seguito da un adeguato riposo, che consenta al corpo di rigenerarsi.

Se il riposo è insufficiente oppure lo stimolo è troppo elevato si trasforma in Distress, che è lo stress che tutti noi conosciamo. Ci fa sentire stanchi, senza una possibilità di uscita da situazioni quotidiane di lavoro, di relazioni e di fisico.

Il risultato è sentirci stanche e sfiduciati, in generale ci sentiamo “stanchi” sia in senso fisico che mentale.

Ma cosa succede al nostro corpo? Come agisce lo stress?

Innanzitutto attiva il meccanismo di ”attacco o fuga” (Fight or flyght) che è quella reazione ancestrale che alberga nel nostro cervello più antico, quello rettiliano, e serve a salvarci la vita in situazioni di pericolo.

Il pericolo in passato era fisico, un’attacco da parte di un’animale per esempio, ora il pericolo è spesso metaforico, situazionale, la situazione in ufficio, le incombenze domestiche, una relazione che non va come vorremmo.

Ma LA RISPOSTA E’ SEMPRE UGUALE, il corpo secerne Adrenalina che serve per eccitarci e prepararci, cortisolo che serve, come il cortisone, a placare infiammazione e modifica la meccanica respiratoria spostandola vero quella costale (guarda il video sul canale Youtube).

Tutto questo ci porta ad essere gonfi, irritabili e con una qualità del sonno disturbata; senza contare che la meccanica respiratoria costale iper attiva tutta la muscolatura posteriore del corpo creando tensioni importanti sul collo (soprattutto il lato sx), del passaggio dorso-lombare e della lombare (sempre più frequentemente il lato sx.

Questo mix di reazioni del corpo creano quindi ricadute fisiche importanti, sia muscoloscheletriche che sistemiche, spesso stomaco ed intestino sono organi bersaglio di uno stress eccessivo.

Come puoi ben immaginare è una situazione che va affrontata e risolta nel più breve tempo possibile.

Da mental coach so bene che spesso i motivi che la creano non sono immediatamente risolvibili, anche se ti invito ad affrontarli, e , se non riesci da solo, facendoti aiutare da un professionista; dobbiamo però immediatamente attuare delle strategie che possano dissipare gli effetti di questa situazione.

Nelle prossime settimane li affronteremo uno ad uno, ti anticipo che sono

  • L’attività fisica
  • La corretta respirazione
  • La corretta idratazione
  • La corretta integrazione

Per ora ti invito a guardare sul canale youtube i video dedicati alla respirazione, che secondo me rappresenta le fondamenta della nostra salute.

A presto

Giuseppe

uesto mix di reazioni del corpoq

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.