Attacco o fuga

Abbiamo parlato di stress ed abbiamo detto che in minima quantità, con il dovuto riposo, è un elemento fondamentale per il nostro miglioramento sia fisico che mentale.

Ma al giorno d’oggi i due piatti della bilancia Stress- Riposo non sono più in equilibrio ed, a fronte di stimoli e richieste sempre maggiori, spesso diminuisce drasticamente la possibilità di riposo.

In questa discrepanza è racchiuso tutto il malessere che pervade la società moderna.

Immagina se, una volta rientrato dal lavoro, stanco ma soddisfatto del tuo dovere compiuto potessi riposare e dedicarti ad attività che ti possano arricchire e dopo tutto questo dormire il “sonno del giusto” per poi riprendere il giorno dopo con questa routine virtuosa.

Troppo spesso in studio mi si presentano persone che:

  • Al lavoro sono oberati di scadenze che non riescono a rispettare, e, se lo fanno, riescono solo perché hanno svolto il lavoro frettolosamente e senza rispettare la qualità che avrebbero voluto applicare. PRIMA FONTE DI STRESS
  • Al lavoro il rapporto con i superiori spesso è regolato da scarso rispetto che si traduce in poca stima. SECONDA FONTE DI STRESS
  • Fisicamente non riusciamo a trovare il tempo per “prenderci cura di noi stessi” e ci sentiamo poco vigorosi, stanche e svogliati, tutto diventa difficile. TERZA FONTE DI STRESS
  • A casa, soggiofgati dagli impegni famigliari e dalla gestione della routine quotidiana rischiamo di appiattire i rapporti con chi amiamo. QUARTA FONTE DI STRESS
  • Durante la notte spesso il sonno è disturbato da pensieri e dolori vari che ci impediscono di riposare adeguatamente. QUINTA FONTE DI STRESS

Questo mix sia che contenga tutti i su citati ingredienti o solo alcuni di essi, crea quello che ci porta ad essere sempre in uno stato di allerta e di eccessiva vigilanza.

Il nostro corpo reagisce attuando un meccanismo eccezionale per salvaguardare la nostra vita: quello di “attacco o fuga” (fight or flight).

A livello ancestrale la parte più antica del nostro cervello, quello rettiliano, è deputata ad analizzare quasi istantaneamente, nel giro di pochissimi secondi, la situazione nella quale ci troviamo e decidere se siamo in pericolo oppure no.

Se la risposta è affermativa scatena una cascata di reazioni ormonali di attivazione e, ed è il lato più importante a livello posturale, attiva la meccanica respiratoria costale.

Questo tipo di respiro coinvolge muscoli che si chiamano respiratori accessori e servono, per brevi periodi a garantire un maggiore afflusso di aria ai polmoni per prepararci all’azione.

Questo tipo di respirazione però coinvolge muscoli posturali che possono sopperire a questo compito solo per brevi periodi, se questa situazione permane crea contratture tipiche del collo, della schiena e delle spalle.

Per darti un’idea queste tensioni muscolari sono alla base di:

  1. Cefalea muscolotensiva.
  2. Dolori al collo, più spesso a sinistra.
  3. Dolori alle spalle, la posizione tipica in avanti è predisponente per:
    1. Problematiche della cuffia dei rotatori.
    2. Epicondiliti.
    3. Tunnel carpale.
    4. Sindrome dello stretto toracico, quel formicolio persistente alle mani soprattutto notturno o mattutino.
  4. Dolori dorsali.
  5. Problematiche di ernia iatale e reflusso.
  6. Alterazioni del normale transito intestinale.
  7. Lombalgie
  8. Fasciti plantari.

Prova a pensare quante volte respiri durante una giornata e, se non modifichi in modo corretto questo movimento, è possibile creare un perfetto meccanismo che, COSTANTEMENTE, agisce come un inquinamento sulla tua postura.

Immagina la goccia che dalle 10 alle 20 volte al minuto cade sulla roccia, quanto ci metterà a scavarla?

Oppure immagina di mettere una cravatta con attaccata una bottiglia da due litri di acqua e tenerla tutto il giorno, che effetto può avere sulla tua postura? Perché è proprio questo che fa la respirazione costale se mantenuta costantemente.

In queste settimane ti parlerò di come modificare questa respirazione e utilizzarla per dissipare lo stress.

Tutte le tecniche di rilassamento, sia orientali che occidentali, si basano sulla respirazione proprio per la sua capacità di agire in modo profondo ed efficace sul sistema nervoso autonomo che regola le funzioni più preziose della nostra vita.

La mia call to action è: guarda il video di questa settimana e segui il mio canale youtube ed i miei social, ed in queso mese imareremo come dissipare lo stress quotidiano.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.