Cos‘è l’equilibrio?

Oggi voglio parlarti di una caratteristica che amo e che ritengo indispensabile nelle vita di ogni persona:

L’equilibrio.

Secondo me è indispensabile sia quello fisico che quello emotivo, ma oggi ti spiegherò come, senza di un buon equilibrio del corpo, non possiamo pensare di stare bene.

Prima di tutto però dobbiamo definire cos’è l’equilibrio.

In biologia, meccanismo che permette a un organismo animale di conoscere e organizzare il movimento del proprio corpo rispetto alla forza di gravità e altre forze esterne.

In altre parole è la capacità di reagire in modo appropriato e coerente ad un qualsiasi stimolo esterno.

Il nostro cervello, fin dalla più tenera età, elabora strategie che ci consentono di fare questo, attraverso l’esperienza e una capacità innata di sperimentare.

Se ci pensi un bimbo appena nato non ha alcuna strategia, infatti non riesce a controllare i suoi movimenti, non riesce a muovere la testa ne a stare in piedi.

Nel corso del tempo cerca di orientarsi nello spazio ed a furia di tentativi la prima competenza è il controllo del capo, poi quello del tronco ed infine acquisisce dapprima la stazione eretta e poi la capacità di camminare.

Se allenato un corpo riesce a fare cose strabilianti, basti pensare agli equilibristi, frutto di pratica che fornisce strategie motorie sempre più elaborate ed automatiche.

La postura è il frutto di tutte queste esperienze e rappresenta benissimo la nostra capacità di mantenerci in equilibrio contro la gravità e contro tutte le forze esterne ed interne che tendono a modificarla.

La nostra postura ci dice da dove veniamo e, con buona probabilità, dove stiamo andando.

È indispensabile che ogni giorno ci alleniamo a vincere la gravità, a stare più eretti possibile e a contrastare qualsiasi squilibrio che possa farci cadere.

L’anziano via via si irrigidisce e perde queste competenze, ed allora rischia sempre più frequentemente di cadere.

Come possiamo evitare tutto questo?

Semplicemente allenando il nostro equilibrio con esercizi e pratica quotidiana.

Se ci pensi tenere il cervello allenato a vincere gli squilibri fisici lo rende più ricco di strategie motorie atte ad affrontare questi fenomeni perturbanti.

La sua capacità di adattarsi lo rende però contestualmente più capace di affrontare qualsiasi disturbo, fisico od emotivo che sia. Infatti il cervello non è in grado di discriminare tra i due, se è competente a vincere l’uno sarà capace di affrontare in modo efficace anche l’altro.

Ecco che si ripresenta la bidirezionalità corpo-mente che amo.

Quindi se vuoi stare bene ed essere felice sii equilibrato.

Come?

Allena ogni giorno il tuo equilibrio!

Nei prossimi giorni ti darò semplici esercizi per farlo.

Buon lavoro!

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.